Guidasicuraitalia.it

Associazione Guida Sicura Italia

Via Cervino N.9 - 00141 Roma - Tel. 3345038554 - Fax 0682011094

assoguidasicura@gmail.com - assoguidasicura@pec.it

CODICE FISCALE 90065840580

Fiera del Camper 2018 - Parma

Con il Ministro

Gian Marco Centinaio

e il direttore generale della rivista Plein air

Raffaele Iannucci

e il Presidente Associazione Guida Sicura Italia

Roberto Damiano

Progetto del Comune di Roma

Giovani Sicurezza e Futuro

 
 
 

“Io, Roberto Damiano, Presidente dell’Associazione Guida Sicura Italia,

insieme alle persone che collaborano nel mio staff,

stiamo cercando di dare il nostro contributo attraverso la ricerca, la tecnologia,

l’educazione e le idee per un mondo in cui la sicurezza sia garantita a noi ed ai nostri figli!”

 

Tra le iniziative già in atto si evidenziano:

 

-La creazione di corsi di guida sicura su tutto il territorio nazionale per normodotati e diversamente abili;

-Assistenza nei procedimenti civili e penali alle vittime di incidenti stradali;

-Realizzazione, in collaborazione con la RAI, di una serie di servizi e documentari andati in onda sul TG2 sulla sicurezza stradale, le ultime tecnologie e l’educazione stradale nelle scuole;

-Informative sull’influenza dell’alcol sulle performance psico-fisiche alla guida rivolte in particolar modo ai giovani ed ai neopatentati;

-Ricerca nel campo medico da parte di esperti che studiano gli effetti e le conseguenze di alcool e droga sull’organismo umano.

 

Iniziative in corso di realizzazione:

 

-Sostegno allo sviluppo di un sistema telematico “scatola nera” che integri al suo interno tutte le tecnologie attualmente disponibili per il monitoraggio dei parametri di guida e la prevenzione degli incidenti stradali;

-Progetto concernente ricerca, sviluppo e test su strada dei dispositivi elettronici per la registrazione dell’attività del veicolo, una campagna di sensibilizzazione per informare e incoraggiare i conducenti all’installazione delle scatole nere sulle proprie vetture,

-Istituzione di un Tavolo Unico di Lavoro permanente sulla sicurezza stradale costituito da alcune tra le figure decisionali più rilevanti del settore pubblico e privato italiano che faccia da ponte di collegamento tra istituzioni, associazioni ed imprese indirizzando, sostenendo e promuovendo iniziative utili al miglioramento delle condizioni in materia di educazione,

sanità, infrastrutture, trasporti ed amministrazioni.

 

In programma:

 

-Incontro e dibattito sul tema della sicurezza stradale tra i giovani e le istituzioni in occasione della presentazione del Progetto

che avverrà a Roma con i patrocini del Comune , della Regione Lazio, del Ministero della Salute

e del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti;

-Sostenere l’inserimento dell’educazione stradale nei testi scolastici, prevedendo attività specifiche che accompagnino i ragazzi dalle elementari alle scuole superiori stimolando il loro senso civico e sviluppando la loro attenzione alla sicurezza in strada ed in auto.

 

Gli scopi di questi interventi sono molteplici.

Se da un lato si percepisce chiaramente la necessità di una maggiore sensibilizzazione all’argomento attraverso campagne informative che coinvolgano i media e i principali mezzi di comunicazione (internet, televisione, cinema e carta stampata),

dall’altra urge il dovere di preparare i ragazzi alla consapevolezza dei pericoli e delle responsabilità

che la guida comporta per se e per gli altri.

 

Tale consapevolezza è raggiungibile solamente attraverso un percorso formativo che cominci fin dall’inserimento del bambino nel mondo scolastico, con corsi obbligatori di educazione stradale e testi specifici. In questa fase, dove spesso la famiglia accompagna quotidianamente il figlio nello svolgimento dei compiti a casa, è fondamentale invogliare i genitori a creare questo senso civico di rispetto per la vita, prevenzione e sicurezza.

 

Per contribuire a tale percorso l’Associazione Guida Sicura Italia propone di abbinare un corso di guida sicura in pista

per tutti i ragazzi che, raggiunta la maggiore età, sono stati istruiti scolasticamente ai pericoli della guida

e necessitano di fare pratica per assimilare correttamente le manovre da effettuare per correggere

e intervenire tempestavamente in situazioni che, sulla strada, sarebbero di potenziale pericolo.

 

D’altra parte siamo ben coscienti che la sola istruzione non basta e che bisogna intervenire, attraverso le Amministrazioni, per adeguare infrastrutture spesso carenti o obsolete per il traffico sempre crescente: segnaletica stradale, guard-rail, illuminazione stradale, dispositivi semaforici e sedi stradali sono spesso soggette ad incuria e mancano della necessaria manutenzione. Ammodernare questo settore sarebbe il passo più importante per raggiungere il livello di sicurezza

stradale che questo Paese merita.

 

A ciò va assolutamente aggiunto un maggior controllo sui mezzi circolanti: camion, pullman,

auto e moto devono essere revisionati prevedendo procedure più restrittive e interventi certi.

 

 

 

 

 

 

Associazione Guida Sicura Italia - Copyright 2014